Ma tu ti tocchi ?!

La masturbazione veniva considerata sino a poco tempo fa come un’azione di cui vergognarsi mentre ora sembra che se ne parli con più facilità e senza urlare allo scandalo.  Pochi riconoscono che questo sia un bisogno necessario e molto simile a mangiare o dormire. Per altri, la masturbazione viene aspramente combattuta e inibita e questo in special modo per le donne, che l’hanno quasi sempre negata.

Questo forse perchè sin dall’etimologia del termine, vi è sempre stata una accezione negativa. La parola masturbarsi deriva dal latino manus +stuprare/turbare cioè disonorare, turbare mediante la mano. Tutti termini che sono relativi al peccato, o comunque a qualcosa di non proprio pulito. Fortunatamente le cose sono cambiate con i tempi e parlare della masturbazione non è più un tabù e molti, specie i maschietti, non si vergognano a confessare di farlo.

Ci sono effetti positivi praticando la masturbazione?

Indubbiamente si.

Sia per l’uomo che per la donna, grazie all’autoerotismo allentiamo le tensioni a cui siamo quotidianamente sottoposti e impariamo a conoscere e ad amare il nostro corpo, migliorando la nostra sessualità e sensibilità genitale.

Per gli uomini, la masturbazione può aiutare a combattere l’eiaculazione precoce e mantiene lo sperma sano permettendo, se frequente, di prevenire lo sviluppo del cancro alla prostata.

Per le donne, combatte la tensione pre-mestruale e altre condizioni fisiche quali i crampi durante le mestruazioni aumentando il flusso di sangue alla regione pelvica. Inoltre aiuta la resistenza alle infezioni da lieviti.

Ma associare la masturbazione alla pornografia puo’ essere un bene o un male? Beh, dipende se si è single o in coppia. Ci sono casi in cui masturbarsi ed utilizzare la pornografia per raggiungere l’eccitazione, puo’ essere un indicatore di problemi nella coppia e potrebbe, se continuato, portare a crisi nel rapporto. Un’analisi effettuata su 596 uomini con problemi nel desiderio sessuale di età media di 40 anni ha valutato che fra coloro che si masturbano frequentemente almeno il 70% utilizzava pornografia almeno una volta la settimana. Questo dato sembra essere collegato alla noia sessuale, bassa intimità con la propria partner e diminuzione del desiderio. Questi risultati indicano un modello di masturbazione correlato alla pornografia che potrebbe spiegare alcuni problemi tipici nelle coppie moderne.

Un consiglio?

Provate a «spegnere la pornografia» ed a usare maggiormente la vostra fantasia, magari provando a giocare con il partner non giungendo alla penetrazione ma masturbandovi inizialmente uno di fronte all’altro guardandovi intensamente mentre lo fate.

Poi, magari la volta successiva, toccatevi vicendevolmente in un gioco volto a raggiungere il piacere solo per mezzo della masturbazione reciproca.

Scoprirete cose nuove del vostro corpo e…di quello del partner.

Bye bye e siate felici.

Sesso: 29 giochi erotici da provare almeno una volta nella vita

Con il sesso si sa, bisogna sperimentare: ecco 29 cose da provare almeno una volta nella vita.

Acquista su Sex Shop Italia.it  i migliori preservativi e contraccettivi: troverai anche sex toys e tantissimi prodotti di abbigliamento erotico.

1. Slip nel cassetto. “Going commando”, come dicono gli inglesi, non è solo la passione di star come Britney Spears o Lindsay Lohan, paparazzate senza slip in imbarazzanti uscite dall’auto, ma è il modo migliore per dire a un uomo che ci piace. A cena basta guidargli la mano sotto il tavolo e fargli intuire la “sorpresa”.

2. Specchio delle mie brame… «Guardarsi mentre si fa l’amore è uno dei più potenti detonatori del piacere», sostiene la sessuologa Rosamaria Spina. Dove collocarlo? Di fianco al letto, per non perdersi la sua espressione riflessa mentre lo fate dal lato B.

3. Ciak, si gira! Basta mettere la telecamera sul comodino, premere Rec e dare lo start agli ormoni. «Non serve rivedere il girato», spiega il sex coach Gabriele Baroni, «a rendere tutto eccitante è anche solo il pensiero che la telecamera vi sta riprendendo»

I migliori sex toys da provare

TOP RATEDMassaggiatore wireless con 18 modalità di vibrazione Olio per massaggi erotici al profumo invernale e afrodisiaco di mela e cannella Massaggiatore wireless per donna Gioco dadi per adulti per scoprire nuove posizioni.

4. Alla brasiliana. Sul lettino dell’estetista non è una gioia, ma una volta sul proprio, di letto, la goduria ripaga ogni sofferenza. «Depilarsi del tutto i genitali aumenta le sensazioni durante l’amplesso e durante il sesso orale: la lingua sfiora direttamente la pelle, che in quella zona è tempestata di recettori», dice Spina.

5. Remote control. Il vibratore normale l’hai sperimentato? È ora di passare a quello con il telecomando. Basta dare al tuo uomo il telecomando e uscire per l’happy hour. I vostri drink avranno bisogno di parecchio ghiaccio…

6.Un goccio di latex. I video pullulano di popstar inguainate in tutine lucide come Porsche: Christina Aguilera, Lady Gaga, Rihanna. A un certo punto, nella vita, è divertente sperimentare qualcosa “oltre”. Anche solo uno slip di latex (con aperture strategiche perché, come insegnano i cultori del genere, il bello non è sfilarlo ma fare l’amore tenendolo addosso) o una pennellata della sua versione liquida: ce lo si spalma addosso e poi ci si diverte a “spacchettarsi” reciprocamente.PUBBLICITÀ – CONTINUA A LEGGERE DI SEGUITO

7. Soft bondage. Non andiamo sul complicato (che può pure essere pericoloso). Una sciarpa di seta o la sua cravatta funzionano benissimo se lo scopo è sfruttare l’effetto della costrizione per rendere più pepati i preliminari. «A molte piace sentirsi legate perché dà la sensazione di essere più desiderate dal partner», spiega Baroni. Se è lui a fare da “preda”, la deliziosa tortura di venire baciato e sfiorato dappertutto, ma mai nelle zone clou, gli manderà il testosterone alle stelle.

8. Sexting. Una delle meraviglie della chat è quella di poter fare sesso (virtuale) magari proprio con quel ragazzo che abbiamo lumato per tutto il liceo senza mai nemmeno dirgli ciao. Tecnicamente bisogna fare da sé, ma purché si riesca a tenere una mano sulla tastiera, eccitarsi per iscritto scatena il gusto del proibito. Di solito si parte con un «Dimmi cosa hai addosso…».

9. Letto a tre piazze. Moralismi a parte, farlo in tre può avere i suoi vantaggi. Lo dice la matematica: due è più di uno e quattro mani sono meglio di due… «Di solito, però, queste sono esperienze che la maggior parte delle persone non ha durante una relazione stabile, perché possono compromettere l’equilibrio di coppia», avverte Baroni. Ecco cosa mettere sulla lista delle cose da fare nella prossima parentesi di singlitudine.

10.En plein air. Con il rischio di venire scoperti o il remoto pensiero che qualcuno possa osservarvi, la libido decolla. Unico consiglio: che sia la vostra auto o la panchina isolata di un parco, ovunque vi colga la tempesta ormonale, il detergente antimicrobico è un must.

11. Vieni qui e ora. In un camerino, nella toilette della discoteca… È divertente provare il brivido della sveltina. Che tra l’altro aiuta a restare fedeli: il Journal of Sex Research sostiene che il 67% delle persone tradisce solo per il gusto del proibito. E la quickie ha tutti gli ingredienti per dare la stessa sensazione, ma senza inutili sensi di colpa.

12. Slow sex. A volte, invece, è la lentezza a far guadagnare punti a un amplesso. Basta fare “il solito”, ma a una velocità quattro volte inferiore. «Entrambi i partner avranno più tempo per creare un legame energetico e affettivo, oltre che fisico, e anche l’orgasmo diventerà più intenso e profondo», suggerisce Spina.

13. Mappa golosa. Un goccio di miele qui, uno di cioccolato là, uno spruzzo di panna sui capezzoli e così via, di zona erogena in zona erogena. Coinvolgere un uomo in un percorso goloso lo farà sentire ripagato (oltre che divertito) e una donna che a letto sa il fatto suo sa anche che certi “favori” vanno ricompensati, sia pure con qualche caloria extra.

14. Gioca il 77. Negli Usa lo chiamano Spoon Sex e consiste nel fare l’amore nella posizione del cucchiaino, sdraiati uno accanto all’altro con lui dietro. Il vantaggio? È più comoda, molto coccolosa e offre il più ampio contatto pelle-a-pelle possibile. E non c’è organo più recettivo dell’epidermide per mandare al nostro cervello il messaggio che sì, ci stiamo proprio divertendo.

15. Su le scarpe. Il 54% degli uomini trova molto eccitante se, a letto, lei non si toglie i tacchi. Perché limitarsi a quelli? Non spogliarsi è un trucco per dare al sesso quel che di rapinoso e travolgente che un uomo prenderà, di sicuro, come complimento alla sua virilità…PUBBLICITÀ – CONTINUA A LEGGERE DI SEGUITO

16. Stop-and-go. Già sai i benefici dell’interval training in palestra. Il principio si può applicare all’amplesso: quando si sta per venire, ci si ferma (o si rallenta) per un minuto, poi si riprende. La ricerca pubblicata dal British Medical Journal sostiene che l’orgasmo può diventare più intenso anche del 40%.

17. Liscio come l’olio. Il lubrificante non serve solo quando la libido stenta a farsi sentire, ma fa parte del sex kit che ogni ragazza dotata di esperienza tiene nel comodino, pronto per l’uso. «Ne basta una piccola quantità per rendere più delicate le sue carezze», dice Spina. Una manna dal cielo quando si ha a che fare con un amante troppo diretto e materiale…

18. Un pizzico di sale. Il preliminare che vi permetterà di arrivare più velocemente al dunque? Fate la doccia insieme e strofinate la pelle con un po’ di sale grosso: il calore e l’effetto peeling aumentano la circolazione sanguigna, rendendovi più sensibili e recettivi.

19. Sexy compilation. Rimedio per quando si è stanchi e si ha bisogno del pilota automatico: fare una playlist di canzoni che alternano ritmi veloci a melodie più lente e riprodurla in modo “casuale”, facendo l’amore in sincronia con i brani via via che si alternano.

20. Ciao dottore. Trasformarsi in infermiera o studentessa sexy non è solo una delle fantasie più diffuse tra gli uomini. «Il role play è un modo per lasciarsi andare alle proprie, di fantasie: il filtro del personaggio permette di esplorare ed esprimere lati di sé che magari non si riesce a tirare fuori in condizioni normali», nota Spina. Approfittane e scatenati, fai, chiedi tutto quello che non hai mai avuto il coraggio di osare a letto.

21. Doppia menta. Per arricchire il sesso orale, basta preparare del tè alla menta e berne qualche sorso prima di “mettersi all’opera”. Il contrasto tra il caldo della bevanda e l’effetto stimolante della menta sarà un inaspettata variabile gradevole per entrambi.

22. Siamo in palla. In Oriente i benefici segreti delle Ben Wa Balls (si trovano nei sexy shop) sono noti da millenni. Sono piccole sfere, unite da un cordino, da inserire in vagina, che vibrano con il movimento del corpo. C’è chi sostiene addirittura di arrivare all’orgasmo. Fare i lavori di casa o una lezione di Pilates (con tutte quelle contrazioni tra addome e pube) con queste addosso, pare abbia tutto un altro sapore…

23. Sull’amaca. È il modo più comodo (benché un po’ acrobatico) di fare sesso annullando la forza di gravità. Ci si siede con le gambe da un lato e ci si sdraia all’indietro. Lui, restando in piedi, può decidere come usa- re la sua “dotazione” muovendo avanti e indietro l’amaca: minimo sforzo e massimo godimento per entrambi.

24. Venite e moltiplicatevi. Orgasmo multiplo? C’è chi dice che esiste (e l’ha provato) e chi sostiene sia una leggenda. In ogni caso, ecco la tecnica che dovrebbe facilitarlo consigliata dalla sessuologa Laura Berman nel suo Real Sex for Real Women: «Una volta raggiunto l’orgasmo, chiedi al partner di sfiorarti in una zona che non è così ipersensibile. Questo dovrebbe mantenere all’erta i nervi e l’energia sessuale mentre le zone clou si “raffreddano” in attesa del secondo round».PUBBLICITÀ – CONTINUA A LEGGERE DI SEGUITO

25. Il trucco della V. Per le clitoridee che durante il missionario fanno la lista della spesa: provate a formare una V con indice e medio e appoggiate le dita sulle labbra vaginali, serrandole un poco: la pressione sul clitoride vi regalerà qualche brivido in più.

26. Tutti in vasca. Prima o poi, succede di ritrovarsi in due una vasca da bagno. La posizione migliore è quella in cui lui e lei stanno seduti uno di fronte all’altra, con le gambe intrecciate e le caviglie dietro la schiena del partner: eviterete pericolosi scivolamenti. L’acqua può lavare via le secrezioni naturali: l’unico trucco waterproof è usare un lubrificante al silicone.

27. A me gli occhi, please! Uno studio della Society for the Scientific Study of Sexuality rivela che il 72,6% degli uomini si eccita vedendo una donna masturbarsi. Perché allora non osare un’esibizione live? Per lui sarà anche un’utile lezione su come e dove toccarvi, che gli servirà per le prossime volte. Le timide possono limitarsi a manipolare il seno, pratica comunque attizzante per il 35% dei maschi.

28. Maratona a luci rosse. Organizzate una serata di film hard. Guardarli, peraltro, non è un obbligo: anche solo tenere il sonoro di sottofondo sarà un liberatorio traino per il vostro, di piacere.

29. Balloon Striptease. È lo spogliarello con i palloncini, uno dei numeri preferiti delle artiste del Burlesque. Tutto ciò che serve è della lingerie minimal, su cui fissare i palloncini, e uno spillo con cui farli scoppiare in maniera strategica, svelando il corpo un po’ alla volta.

Come scoprire se lui ti tradisce sessualmente: 6 segnali inconfondibili

Come scoprire se lui ti tradisce sessualmente

Sospetti che il tuo uomo abbia un’altra e vuoi scoprire se lui ti tradisce sessualmente?

Bene, sei nel posto giusto. In questo articolo ti dirò senza mezzi termini quali sono i segnali da non sottovalutare per scoprire se tuo marito o il tuo fidanzato fanno sesso con un’altra donna oltre te.

Per prima cosa bisogna capire che il 98% degli uomini tradisce per sesso.

E’ raro trovare un uomo che tradisce per motivi più importanti.

Le donne, ad esempio, possono tradire per mancanza di attenzioni, perché vogliono sentirsi desiderate o vogliono trovare un uomo che le capisca come nessuno ha mai fatto prima.

Gli uomini no. Gli uomini tradiscono soprattutto per sesso, per sentirsi ancora giovani e provare qualcosa di nuovo con una donna che, magari, non li giudica.

Dico soprattutto perchè può anche darsi che ci sono uomini che tradiscono perchè la loro donna li trascura affettivamente, ma sono una minoranza in confronto agli altri.

Il sesso è estremamente importante per l’uomo. Il sesso è il suo modo di dominare, di sentirsi “forte” e poter esprimere tutta la sua potenza fisica.

Non è detto che un uomo tradisca per mancanza di sesso, anzi è più probabile che tradisca per provare esperienze nuove con donne nuove.

E’ altrettanto difficile trovare un uomo che ha un’amante e decide di lasciare sua moglie o la sua compagna.

Questo perché gli uomini hanno bisogno di punti di riferimento fissi e, nonostante facciano sesso con un’altra persona, non si sognerebbero mai di divorziare dalla propria moglie. Piuttosto preferiscono fingere, ma avere il piede in due staffe.

Se hai sospetti che il tuo uomo ti tradisca sessualmente è giusto che tu lo sappia subito così da agire nel modo giusto.

Intanto clicca qui sotto e accedi al test gratuito per valutare il rischio di infedeltà nella tua coppia. E’ veloce, gratuito e semplice da fare e ti farà capire (attraverso domande specifiche) se è il caso di preoccuparsi realmente oppure no.

Un tradimento non scoperto può essere un pericolo per te e per la tua famiglia:

  • primo, ti mette ad alto rischio dal contrarre malattie sessualmente trasmissibili come l’HIV, l’epatite, la sifilide, ecc;
  • secondo, ti logora dentro e ti distrugge piano piano. Il sospetto di un tradimento senza mai riuscire ad avere la conferma è una delle cose più devastanti per la salute mentale di una donna;
  • terzo, sei ad alto rischio di depressione perchè non hai sufficienti prove per cacciare di casa il fedifrago, ma allo stesso tempo sei quasi certa di quello che sta accadendo. Questo ti manda la testa in confusione, non riesci più a tenere sotto controllo le emozioni e inizi a lasciarti andare. Questa cosa a lungo andare ti porta in uno stato depressivo dal quale sarà difficile uscirne senza l’aiuto di uno specialista.
  • quarto, ma non ultimo, lede la tua digntà. Avrai attaccata addosso l’etichetta di “cornuta” tutta la vita e di donna che non si è accorta che il marito la stava palesemente tradendo. Magari tutto il paese ne è a conoscenza, tranne che tu….

Insomma, come hai potuto vedere, lasciar andare una situazione come questa è un potenziale bomba pronta ad esplodere da un momento all’altro.

Quindi, come scoprire se ti tradisce sessualmente?

COME SCOPRIRE SE LUI TI TRADISCE SESSUALMENTE: 6 SEGNALI INCONFONDIBILI CHE IL TUO UOMO FA SESSO CON UN’ALTRA DONNA

1 – NON VUOLE PIÙ FARE SESSO CON TE!

Di solito questo è alquanto improbabile e sono veramente rari gli uomini che se hanno un’amante, rifiutano o non chiedono sesso alla propria donna.

Comunque fai attenzione. Se il tuo lui prima era sempre pronto in qualsiasi momento ed era sempre il primo a chiedere di fare sesso e ora non più, è il chiaro segnale che sicuramente c’è un’altra che lo soddisfa al posto tuo.

Dopotutto ricordati che gli uomini sono uomini e mai per nessuna ragione al mondo rinuncerebbero al sesso.

2 – VUOLE FARE MOLTO PIÙ SESSO CON TE!

Gli uomini di solito non hanno mezze misure, o tutto o niente. Se noti che da un po di tempo lui è sempre più focoso e ti chiede sesso alle ore più improbabili e nei luoghi più impensabili, probabilmente è perché i sensi di colpa non lo fanno dormire la notte.

In alternativa potrebbe voler fare più sesso con te perché è talmente eccitato dall’altra donna che il sesso è diventato il suo unico pensiero fisso.

3 – NON FA STORIE SE TU GLI DICI CHE NON HAI VOGLIA

Questo è uno dei segnali più lampanti. Di solito gli uomini protestano sempre se la propria donna gli nega il sesso. Magari sei stanca, magari hai mal di testa, magari semplicemente non hai voglia, ma stai certa che un uomo con una sana attività sessuale protesterà animatamente di fronte al tuo rifiuto.

Se invece diventa improvvisamente accondiscendente, se al tuo “tesoro questa sera non ho voglia, ho mal di testa” lui ti risponde con un “tranquilla cara, riposati” e si gira dall’altra parte senza battere ciglio e senza reclamare il suo diritto al sesso, stai pur certa che qui gatta ci cova!

Evidentemente c’è qualcun’altra che gli sta dando in gran misura quello che tu non gli dai.

Intanto clicca qui sotto e accedi al test gratuito per valutare il rischio di infedeltà nella tua coppia. E’ veloce, gratuito e semplice da fare e ti farà capire (attraverso domande specifiche) se è il caso di preoccuparsi realmente oppure no.

4 – FA RICHIESTE PARTICOLARI

Se di punto in bianco lui inizia a fare richieste sessuali particolari, mostra interesse per cose che non gli sono mai interessate e insiste per provarle con te, quasi certamente ha un’altra.

Perchè?

Perchè gli uomini che tradiscono sessualmente e si fanno un’amante di solito scoprono un mondo tutto nuovo sul sesso.

Magari incontrano la ragazza libertina e senza tabù che non gli nega niente e queste scoperte lo eccitano talmente tanto che avrebbe voglia di provarle a tutte le ore.

5 – NON FA PIÙ RICHIESTE PARTICOLARI

Al contrario, se lui prima faceva richieste particolari, amava il sesso estremo e insisteva per provare cose nuove e di punto in bianco queste richieste cessano, avrà certamente un’altra donna che si preoccuperà di soddisfarle.

IN GENERALE FAI ATTENZIONE AI CAMBIAMENTI

In generale qualunque tipo di cambiamento improvviso sulle abitudini sessuali è un campanello d’allarme da non sottovalutare.

Di solito gli uomini sono estremamente abitudinari e difficilmente cambiano interessi se una cosa gli piace.

Ma, una volta che i sospetti di tradimento sessuale sono confermati, come si fa ad avere le prove schiaccianti di cui si ha bisogno per poter cogliere il fedifrago con le mani nel sacco?

In questo caso hai 3 strade davanti a te per avere le prove del tradimento:

  • Rivolgerti ad un investigatore privato che farà le indagini al posto tuo per un periodo di tempo già concordato in precedenza. Questo metodo in qualche caso ha funzionato, ma la maggior parte delle volte richiede molti più giorni di quelli pattuiti in precedenza con un dispendio di denaro notevole (minimo 250 euro al giorno) e nessuna sicurezza sull’esito dell’indagine;
  • Fare finta di niente e restare col dubbio che lui ti tradisce sessualmente per il resto della tua vita;
  • Fare tu stessa le indagini in modo adeguato.

Questa terza strada è quella più facilmente percorribile perchè, con gli strumenti giusti, riuscirai in poco tempo a scoprire se lui ti tradisce e con chi.

Non avrai bisogno di mettere in mezzo altre persone o affidarti ad estranei che, per forza di cose, dovranno entrare nella tua vita privata e farti domande imbarazzanti.

Se la tua decisione è quella di fare le tue indagini da sola e senza coinvolgere nessun’altro, il mio consiglio è quello di affidarti alla guida di Elizabeth Wilson, esperta in infedeltà coniugale, che ti darà tutti gli strumenti necessari per scoprire se lui ti tradisce e con chi.

Intanto clicca qui sotto e accedi al test gratuito per valutare il rischio di infedeltà nella tua coppia. E’ veloce, gratuito e semplice da fare e ti farà capire (attraverso domande specifiche) se è il caso di preoccuparsi realmente oppure no.

Addio al nubilato

Idee e proposte su come renderlo un momento indimenticabile

A molte è capitato di doversi sobbarcare o di prendersi l’impegno di organizzare l’addio al nubilato per la propria amica, spesso pensando “cosa vuoi che sia!” e ben presto ci si accorge della difficoltà di trovare idee divertenti che possano rendere questa festa speciale e indimenticabile.

Innanzitutto elimina l’idea di festeggiamenti estremi dove si rischia di cadere nel ridicolo soprattutto se la sposa non ne ha il carattere.

Considera che è una festa che avviene una volta nella vita come il matrimonio, quindi metti insieme idee che possano garantire divertimento e relax dove potrete coccolare la futura sposa.

Rosso Limone sarà il tuo alleato migliore. Abbiamo consigli e idee per aiutarti a sviluppare un bellissimo addio al nubilato.

Addio al nubilato come organizzare

La lista delle invitate

Chiedi alla sposa chi gradisce avere alla sua festa di addio al nubilato appena saprai che si sposa o comunque subito dopo che avrai avuto (o ti sarai presa) l’incarico di organizzare la festa. Evita di decidere tu, è un attimo che inviterai solo le persone che conosci o che pensi possano essere adatte…la festa è per la sposa ed è giusto che decida chi parteciperà.

Fate gruppo e comunicate

  • Appena saprai la lista delle invitate crea un gruppo su Messenger o Whatsapp è fondamentale che comunichiate e che possiate essere sincere tra di voi.
    Incontratevi di persona per stabilire il budget, presentati con alcune proposte da fare (raccogli opinioni e altre idee da parte del gruppo) e accordatevi serenamente. Mi raccomando evita proposte extralusso ameno che tu non sia certa delle possibilità economiche di tutte altre partecipanti, non vorrai mica che una cara amica della sposa non partecipi perché non se lo può permettere!
  • Accordatevi sulla data dell’addio al nubilato, ti consiglio di evitare date troppo a ridosso del matrimonio. Evitate date all’ultimo, uno o due giorni dal matrimonio, c’è il grosso rischio che la sposa sia troppo in ansia per lasciarsi andare ai giochi, divertimenti e/o momenti di relax. Dev’essere indimenticabile, è l’ultima uscita da nubile della vostra amica e l’obbiettivo è che rimanga nel cuore della sposa.
    Mi raccomando, tenete il segreto tra di voi…la sposa non deve sospettare nulla,l’effetto sorpresa è indispensabile.
    Raccogli le idee e organizza una riunione con le altre amiche almeno 1 mese prima della data in cui avete fissato la festa di addio al nubilato per definire le proposte che piacciono di più, attenzione non devono essere gradite solo alle amiche ma dovete organizzare tutto pensando alla sposa.

Addio al nubilato idee originali

Sono tantissime le idee che posso suggerirti e organizzare insieme a te:

  • una lezione di burlesque per rendervi tutte super sensuali, capaci di far cadere la mandibola a qualsiasi uomo in poche movenze;
  • cena sensoriale dedicata a solleticare tutti i vostri 5 sensi;
  • una lezione di yoga tutta dedicata al potenziamento dell’energia femminile (se questi argomenti vi sono affini);
  • cena afrodisiaca accompagnata da vini intensi e vivaci per dare il via ad una notte indimenticabile;
  • Addio al nubilato Rosso Limone; un evento creato su misura della futura sposa fatto di profondità e divertimento.

Addio al nubilato cosa regalare?

Abbiamo pensato proprio a tutto.Per concludere l’addio al nubilato la sposa riceverà, solo dopo aver fatto una simpatica penitenza, uno splendido pacco contenente tutto ciò che le servirà per stuzzicare la sua coppia, la prima notte di nozze e non solo.

La futura sposa potrà dar inizio, con tutto l’occorrente, al suo matrimonio all’insegna dell’unione e dell’amore.

Ogni sposa è diversa quindi ogni addio al nubilato deve essere diverso

Abbiamo pensato a ben due diversi eventi addio al nubilato, dovrai semplicemente sceglierlo in base al carattere della futura sposa.

La tua amica com’è? È una sposa Tiffany o Geisha…

ADDIO AL NUBILATO

DA GEISHA

Se la sposa è una donna giocosa, seducente, che ama stupire, ti proponiamo GEISHA.

L’elegante raffinatezza che si ispira al modello delle colte geishe giapponesi, maestre nell’arte dell’intrattenimento, oltre che della seduzione, offre spunti, suggestioni e prodotti speciali per creare una serata indimenticabile, che la tua amica ricorderà con piacere e che, forse, proporrà anche al futuro sposo.

Chissà…

Le vie del piacere non hanno limiti.

Nell’evento addio al nubilato è compreso un pacco regalo di prodotti che RossocLimone consegna alle amiche che lo daranno poi in dono alla sposa. Il pacco regalo è studiato per rispettare il carattere della sposa, perciò il pacco dono Geisha sarà molto sensuale.

Per garantire la buona organizzazione e la perfetta riuscita dell’evento devi contattare la tua referente trovi almeno 20 giorni prima, così da ricevere il regalo scelto in tempo. Tutti gli altri dettagli li definirai assieme a lei.

ADDIO AL NUBILATO

DA TIFFANY

Per la sposa romantica, dolce, che ama le coccole, TIFFANY è l’evento giusto, per ricreare l’atmosfera sognante che Audrey Hepburn vive nella nota pellicola.

Leggere la sorpresa e la commozione nei suoi occhi ti farà comprendere che avrai colto nel segno.

Prodotti delicati, profumati, leggermente stuzzicanti, ma con misura e brio, la faranno sentire al centro di quelle mille attenzioni che lei adora ricevere.

Nell’evento addio al nubilato è compreso un pacco regalo di prodotti che Rosso Limone consegna alle amiche che lo daranno poi in dono alla sposa. Il pacco regalo è studiato per rispettare il carattere della sposa, perciò il pacco dono Tiffany sarà molto romantico.

Per garantire la buona organizzazione e la perfetta riuscita dell’evento devi contattare la tua referente trovi almeno 20 giorni prima, così da ricevere il regalo scelto in tempo. Tutti gli altri dettagli li definirai assieme a lei.

Addio al nubilato Da Geisha o Da Tiffany: quanto costa?

La nostra proposta, oltre ad essere bellissima e su misura è anche molto conveniente. Tutto l’evento che, ricordo, comprende:

  • la partecipazione attiva della referente che vi guiderà per tutto il tempo coinvolgendovi con giochi e prodotti
  • il ricco pacco regalo per la sposa che varia a seconda della tipologia di evento scelto che quindi posso descriverti in linea generale con lingerie, cosmetica da massaggio, cosmetica sensuale e stimolante, un toy vibrante, tutto confezionato in un pacco regalo.

Non ti resta che contattarci compilando il form qui sotto, anche solo per informazioni, per avere il contatto della referente più vicina a te. Sarà lei a consigliarti e supportarti nell’organizzazione dell’addio al nubilato più bello che c’è!

Nutrire il corpo di cibo e di piacere

10 grammi di pane e di amore

I modi in cui scegliamo di nutrire il nostro corpo di cibo e di piacere vanno a braccetto. Ecco perchè parlare di problemi alimentari in un blog dedicato al sesso.

Scrivendo i miei pezzi non ho l’abitudine di riportare dati e statistiche, non sono una terapista né una ricercatrice, sono solo una donna che per anni ha odiato il proprio corpo e ignorato le proprie sensazioni.
Il mio obiettivo non è quello di informare, ma di condividere perché so che sono tante, e sottolineo tante, le donne che come me hanno avuto problemi di alimentazione .

Il rispetto che abbiamo per noi stesse sta nel permetterci di amarci e coccolarci e di chiedere.
Chiedere onestamente a noi stesse e a chi abbiamo accanto che cosa ci fa stare veramente bene.

Negare la nostra sessualità è come negarci il cibo, fare tanto sesso senza sentirci è come abbuffarci e poi vomitare tutto.
Sono tutte facce dello stesso cubo, un cubo di vetro opaco da cui se guardi un lato intravedi quello che apparentemente dalla parte opposta, ma che fa sempre parte di te.

Il nostro modo di vivere la sessualità in tutte le sue splendide sfaccettature è il modo in cui viviamo la vita, non è vero che il sesso è “la cosa più semplice e naturale di questo mondo” il sesso è una cartina tornasole di noi stessi e sappiamo bene quanto siamo “dolcemente complicate”.
Ricominciare ad amare il nostro corpo e averne cura non solo esteticamente è il più bel regalo che possiamo fare a noi stesse e a chi ci è vicino.

Possiamo tornare a guardare nello specchio la nostra immagine e riconoscere la nostra pancia, le nostre gambe, la nostra vulva, il nostro sedere e…il nostro volto.

Possiamo tornare a toccarci e a farci toccare senza provare fastidio, a sentire le mani scorrere lungo le curve del nostro corpo e il respiro arrivare fino alle viscere; possiamo esploraci e farci esplorare con fiducia, curiosità e divertimento.

Quel potentissimo centro energetico che è il nostro perineo può tornare a pulsare di un rosso acceso e passare da un buco nero e sconosciuto a uno scrigno caldo e pulsante di energia; capace di accogliere un nuovo essere, di generare ogni mese un ciclo vitale e di darci piacere.
Un boccone alla volta, a volte anche solo un piccolo assaggio.

Il primo passo è capire che meritiamo di stare bene e poi… PERMETTIAMOCI di chiedere.

Chiediamo aiuto ai professionisti, ai referenti RossoLimone, alle associazioni (un aiuto specializzato è indispensabile in molti casi), agli amici, ai familiari e… a noi stesse!
Ascoltiamo la bimba che c’è dentro di noi e vuole essere coccolata.

Riabituiamoci anche a toccare, accarezzare e sentire il nostro corpo con piccoli gesti quotidiani.
Regaliamoci un bel massaggio alla luce di una candela profumata e con un buon olio. Guardiamo le NOSTRE mani scivolare sulle NOSTRE gambe e SENTIAMO il calore della NOSTRA pelle aumentare a ogni carezza ed espandersi per tutto il corpo… e perché no? Azzardiamo anche a chiedere un massaggio!

Lasciamo che sia un’altra persona a scegliere come e dove toccarci, abbandoniamo per un po’ il controllo e lasciamola toccare con amore parti di noi che odiamo e sentiamo tanto ingombranti… e che invece a lei sembrano piacere così tanto.

Mangiamo un gelato con amore, gustiamolo con il sorriso in una assolata giornata di primavera.

Indossiamo quel vestito che avvolge la NOSTRA pancia e i NOSTRI fianchi, anche se non sono perfetti come quelli della nostra amica.

Facciamo una corsa lasciando a casa orologio e conta-calorie; ascoltiamo il sangue pulsare nelle vene, il cuore battere forte e i piedi rimbombare sull’asfalto.

Immergiamoci in una bella vasca bollente avvolte dalla musica, con le luci soffuse e riempiendo le narici del profumo del nostro sale da bagno o bagnoschiuma preferito.

Lasciamo che il nostro cuore batta e le emozioni fluiscano quando il nostro partner ci abbraccia o ci fa un regalo, anche se pensiamo di non meritarlo…sfidiamoci!

Urliamo, balliamo e ridiamo o semplicemente respiriamo profondamente e se affiorano le lacrime lasciamole scorrere liberatorie.

Nella nostra vita c’è stato un momento in cui abbiamo deciso di NON SENTIRE perché quel sentire era troppo, per paura o per dolore ciascuna di noi ha la sua storia. Invertiamo la rotta e creiamo un circolo virtuoso inventandoci altri mille modi per darci un po’ di amore tutti i giorni.

Perché 10 grammi di pane? Perché era la porzione di carboidrati che mi concedevo a pasto e che puntualmente avanzavo .

Non pesiamo più né il pane né l’amore, ma prendiamoci tutto quello di cui realmente abbiamo bisogno e ci fa sentire vive!

Scritto da Francesca referente per Rosso Limone a Biella

Scopri le mille possibilità che ti può offrire l’amore e l’accoglienza verso te stessa durante i percorsi Rosso Limone.

Spugne Mestruali – Fare l’amore durante il ciclo

Fare l’amore durante il ciclo mestruale senza disagi è possibile, grazie alle Spugne Mestruali (anche chiamate Tamponi Mestruali) che assorbono comodamente il sangue senza rischio di macchiare.  Comode e pratiche, si possono usare durante tutti i giorni delle mestruazioni.

Fare sesso durante il ciclo, perchè?

Moltissime donne amano aver rapporti nei giorni di ciclo mestruale, questo perchè gli ormoni subiscono dei cambiamenti in questi giorni, aumentando in molte donne il desiderio sessuale oltre all’aumento della sensibilità all’interno della vagina. Non c’è nessuna controindicazione, non fosse il rischio di sporcare le lenzuola, voi stesse o il partner.

Avere rapporti durante il ciclo, con le spugne mestruali ora si può.

Proprio per questo abbiamo aggiunto nel nostro catalogo il Kit Gea Love (lo puoi vedere QUI), un Kit contenente le Spugne Mestruali e una bottiglietta di Lubrificante, tutto questo ti permetterà di aver rapporti anche durante i giorni di perdite maggiori.

Avere rapporti durante il ciclo, con le spugne mestruali ora si può

Vediamo cos’è e come si usa la spugna mestruale.

Nel Kit Gea Love troverai 4 spugnette confezionate separatamente una ad una, così ti sarà pratico anche portarle con te in borsa o dentro al beauty-case, delle piccole e pratiche spugne assorbenti. Ogni spugna mestruale può essere utilizzata una sola volta, poi va smaltita nel secco. Si indossa all’inizio del rapporto e rimarrà posizionata per tutta la durata del tuo incontro intimo, assorbendo il flusso e permettendoti di giocare in libertà. Le spugne mestruali o tamponi di spugna, sono sterili e senza additivi chimici.
Durante i rapporti si posizionano vicino al collo dell’utero assorbendo ogni perdita, sono morbidissime e quindi non si sentono , sono molto confortevoli per la donna che li indossa e non infastidiscono l’uomo che la penetra. potrai così liberamente, fare sesso con le mestruazioni.

Come indossare le Spugne Mestruali.

  • Innanzitutto l’igiene è importantissima, lavati molto bene le mani prima di indossarle
  • Apri la confezione sigillata che contiene la tua spugna mestruale, imbevila con abbondante lubrificante GeaGel (lo trovi all’interno del Kit)
  • Mettiti in una posizione comoda, potrai scegliere di accovacciarti a terra o sederti sul bidet.
  • Tieni saldamente la spugna tra le dita di una mano, mentre con l’altra allarga delicatamente le piccole labbra della Vagina.
  • Fai scivolare il tampone mestruale all’interno del canale vaginale e spingila in alto con le dita, in maniera tale che si posizioni vicino al collo dell’utero.
  • Sei pronta per avere il tuo rapporto, le spugne mestruali ti permetteranno di giocare per tutto il tempo che desideri senza il rischio di sporcarti.
Come mettere le spugnette

Spugne Mestruali, come toglierle.

  • Siediti sul bidet o sul water
  • Inserisci le due dita più lunghe all’interno della Vagina
  • Pizzica la spugna tra le dita, mentre spingi un pò con la muscolatura
  • Falla scendere attraverso il canale vaginale, tirandola delicatamente
  • Getta la spugna nel cestino dell’indifferenziata
come togliere la spugnetta

L’unica indicazione importante è di togliere la spugna mestruale una volta terminato il rapporto,sia per una questione di igiene che per facilitarne l’estrazione.

Informazioni importanti:

  1. Le spugne mestruali non sono un anticoncezionale e non proteggono dalle malattie sessualmente trasmissibili.
  2. Lubrificale sempre molto bene prima dell’utilizzo.
  3. Lavati con cura le mani prima di metterle o toglierle.
  4. La tua Vagina è lunga dagli 8 ai 10 cm a riposo, quindi nulla si perde. Se non riesci a prendere subito la spugna, rilassati, attendi qualche minuto, accovacciati a terra e spingi con la muscolatura (come per fare la cacca) mentre cerchi di prenderla per estrarla.
  5. Non tenerla indossata per ore dopo il rapporto, rischi che si asciughi e l’estrazione risulti più difficile.
  6. Nel caso in cui tu ti sia addormentata con indosso la spugna mestruale ed ora tu faccia fatica ad estrarla, niente paura! Usa una lavanda intima per bagnarla e farla gonfiare con l’acqua, a quel punto sarà molto semplice toglierla.

In buona sostanza le Spugne Mestruali offrono la possibilità di fare l’amore anche in quei giorni…in cui solitamente abbiamo più desiderio, oppure , come spesso capita, ci stiamo godendo le nostre meritate e rilassanti vacanze!

Nella pagina del nostro Shop trovi un’intera categoria (la puoi vedere QUI) dedicata alle mestruazioni, dove troverai tutto ciò che ti serve per vivere al meglio i giorni del ciclo mestruale. Dalla Coppetta Mestruale ai salva slip impermeabili in bamboo.

Ricordati di iscriverti alla nostra Newsletter per rimanere sempre informata sulle novità dei prodotti Rosso Limone e per leggere tutti gli articoli dedicati alla salute e al benessere sessuale.

Al momento dell’ordine puoi inserire il codice della tua o tuo Referente Rosso Limone per avere sempre un supporto diretto vicino a te. Se non hai il codice, compila il modulo informazioni e richiedicelo (clicca QUI per andare al modulo).

Fate l’AMORE, non c’è nulla di più bello!

Quello che gli uomini non osano dire a letto: 20 cose nascoste

La mente di uomini e donne è piena di fantasie. Senza fingere di sapere tutto sulle preferenze sessuali maschili, possiamo comunque stabilire alcune regole generali per non sbagliare. Ma quali sono le cose che gli uomini non osano dire a letto? Ne abbiamo raccolte 20null

Anche se non sappiamo tutto sui piaceri degli uomini, ci sono alcune cose che sappiamo essere molto apprezzare, ma loro non osano confessarci. Ci siamo fatti un’idea e vi sveliamo in generale quello che gli uomini non osano dire a letto,ma che muoiono dalla voglia di fare. Tenete presente che una cosa: l’innovazione e la fantasia vincono sempre...ecco un video con alcuni segreti per un sesso migliore da mettere subito in pratica!

1 – Che si prolunghino i preliminari

No, i preliminari non sono solo per il piacere femminile! Anche agli uomini piace prolungare il piacere, sentire il desiderio crescere in loro ed esplorare la loro sessualità in modo diverso.

2 – Di lasciarsi dominare da noi

Senza sottomettersi totalmente a voi, al vostro uomo piace sentire che è il maschio dominante e che vi sta conquistando. Lasciate che prenda il sopravvento (solo a letto!) e lasciate che vi leghi con un bavaglio e delle manette se ne avete voglia…

Prenez le dessus

© iStock

3 – Di essere tenere ed effettuose

Accarezzarlo e dargli prove d’amore non è un’attenzione da trascurare. Anche se l’uomo non vuole necessariamente riconoscerlo, gli piace che gli venga dato affetto. Bacialo e coccolalo!

4 – Di prendersi il proprio tempo

È sbagliato pensare che gli uomini abbiano fretta di andare a letto. Anche a loro piace prendersi il proprio tempo e lasciare che il desiderio li invada gradualmente. Siate languidi e prendetevi il vostro tempo!

5. Di prendere noi il controllo

Dopo una lunga giornata in ufficio, a volte il tuo amante ha solo bisogno che tu gli dica cosa fare. Invece di prendere sempre lui le decisioni, portatelo in camera da letto. Senza doversi trasformare in una dominatrice, mostrategli cosa potete fare…

6. Di accarezzarlo scoprendo zone erogene

Prendete in considerazione altre zone del corpo! Tutti gli uomini amano farsi accarezzare i testicoli, ma anche i glutei, la schiena e il collo sono altre aree molto erogene. Poiché ogni uomo è diverso, sta a voi esplorare per trovare le aree sensibili.

usare la bocca in diverse zone del corpo

© GettyImages

7. Di usare la bocca in zone diverse

La fellatio è praticamente in cima alla lista quando si tratta del piacere sessuale maschile. Siate inventivi! Variare i movimenti ed anche le zone lo porterà al settimo cielo!

8. Di parlargli delle tue fantasie

Agli uomini piace darti piacere e vederti “venire”. Non limitatevi a rispondere con un semplice sì a tutte le sue richieste. Parlagli delle tue fantasie e digli cosa ti piace (o non ti piace). Sarà un vero piacere per lui soddisfare i vostri desideri!

9. Di esplorare la zona anale

Avvertite il vostro uomo prima di agire, perché questa è una zona “tabù”. La zona vicino all’ano è molto sensibile. Durante la fellatio o la masturbazione, tenete le mani a posto. Quest’area genera diversi brividi che possono essere molto eccitanti quando ci si avvicina alla ghiandola prostatica, un’area estremamente erogena.

10. Di masturbarci

La stimolazione visiva eccita gli uomini. Vedere il proprio partner masturbarsi senza inibizioni è un bello spettacolo. Se volete davvero farlo impazzire, non lasciate che vi tocchi durante questo momento. Questo ti permette anche di mostrargli cosa ti eccita veramente.

Sesso e adolescenti: la prima volta tra dubbi, curiosità e consapevolezza

L’estate per molti adolescenti coincide con la prima volta. Un momento unico nella vita, cui i genitori dovrebbero accompagnare per mano in modo graduale, dando nel tempo le giuste informazioni e insegnando a gestire in modo corretto la propria libertà.

È un anno particolare per due motivi opposti. I ragazzi, come tutti del resto, hanno trascorso moltissimo tempo in casa, il che ha portato a due fenomeni diversi: coloro che stavano per approcciare un’intimità, la condivisione, la vicinanza hanno dovuto interrompere. Basti pensare alla gita scolastica che quest’anno per ovvie ragioni non c’è stata, ma che per i ragazzi da sempre era il momento del primo bacio o della prima volta. Si attendeva la gita caricandola di grande aspettativa: “Non lo faccio adesso, lo faccio in gita”. Per un’intera generazione, fatta di migliaia di ragazzi, questo non è avvenuto. Le giovani coppie che stavano insieme da poco hanno avuto un’interruzione anche dell’intimità, del rapporto fisico. Ma intanto c’è stato uno stra- utilizzo di internet. Hanno guardato film che riguardano i sentimenti, ma anche tanta pornografia. La maggior parte dei siti porno hanno registrato picchi mai visti. In questo modo hanno “riattivato” l’ormone senza però la possibilità di mettere in pratica», spiega la Dottoressa Marinella Cozzolino, psicoterapeuta e sessuologa.

Cosa succede dopo le vacanze

«A quell’età non vedersi per mesi è davvero tanto. Ora è tempo di recuperare. È quasi come ricominciare da capo, ponendosi domande come: “Gli piacerò ancora? Sono ingrassato/a? Si sarà sentito con un altro/a?”. C’è tanta voglia di stare insieme, abbracciarsi, baciarsi, una voglia che è ancor più forte poiché è stata compressa in questo tempo», continua l’esperta.

Come farlo impazzire di piacere a letto: e non solo

Ti piacerebbe sapere come far impazzire di piacere il tuo partner?…magari ti stuzzica l’idea di fare dei cambiamenti, di esplorare nuove situazioni, di mettere pepe nel rapporto. In questo articolo, ti darò qualche spunto anche pratico che puoi mettere in pratica facilmente, se lo desideri (nelle nostre riunioni che puoi organizzare l’argomento è molto più approfondito).

Voglio però fare una premessa che credo importante.

La coppia: due persone che si uniscono e si fondono creano un equilibrio che non è paragonabile ad altri, e non sto parlando solo di fidanzati e sposati! Questo equilibrio si instaura nel modo di comunicare, nel modo di relazionarsi e, ovviamente, di fare l’amore.
Se desideri fare dei cambiamenti nella sfera della vostra intimità devi tenerlo in considerazione ed evitare stravolgimenti, se sai o hai il dubbio, che possa rompere i vostri equilibri in modo traumatico. Se il partner è diffidente verso alcune pratiche evita di imporle ma, piuttosto inseriscile come un gioco.
Hai mai pensato come i bambini vivrebbero i compiti a casa se fossero proposti come dei giochi e non come imposizioni? Ecco, non è la stessa cosa ma credo tu abbia capito ciò che intendo.

È da diverso tempo che pensi che vorresti qualcosa di più nella relazione, rompere quella maledetta routine, vorresti essere tu a prendere in mano il gioco ma non sai come fare? Inizia a divertirti anche solo stuzzicando la tua fantasia, inizia a vivere la tua mente e il tuo corpo in modo più aperto. Devi partire da te per accompagnare il partner. I libri erotici e la masturbazione (trovi un bel articolo sulla masturbazione nel blog) sono fonte di grandi fantasie che possono essere portate nella realtà con gran gioia.

La tua coppia è già molto affiatata? Perché non infuocarla ancora di più? Continua a leggere, credo che ci saranno interessanti spunti per te.

Il desiderio è una componete essenziale del piacere, che si parli di cibo o di moda…alimenta le percezioni. Ti capita di avere un gran voglia di cioccolato e che ti offrano un Lindor (i miei cioccolatini preferiti)? Lo metti in bocca e senti un’apoteosi, se è passato del tempo da quando hai pensato che avresti voluto quel cioccolatino le sensazioni saranno amplificate.
Nel desiderio ci sono un’infinità di fattoriche possono ridurlo, dallo stato di salute non favorevole, alla routine fino ad una carenza di autostima (per dirne solo 3) ma tu puoi alimentarlo.

Sono molti i modi, di seguito te ne elenco giusto qualcuno:

  • Fatti vedere con della lingerie stuzzicante, gli uomini sono tendenzialmente visivi (a catalogo abbiamo della lingerie pazzesca, rivolgiti alla tua referente per vederla…saprà consigliarti nel modo giusto) e sono attirati dalla sensualità di un capo “vedo non vedo” o molto provocante.
  • Gioca con sguardi delicati fuori dai soliti contesti, fai capire le tue intenzioni con gli occhi…divertiti ad interpretare il tuo personaggio.
  • Usa l’attesa in modo sapiente, la troppa disponibilità senza il gusto della conquista si può paragonare a 1 Lindor al giorno, non è più desiderabile perché scontato. Un eccitante tira e molla ogni tanto può far salire un forte desiderio.
  • Confessagli le tue fantasie erotiche senza dire tutto, creando un mix tra sfacciato e timido. Non devono essere fantasie che tu vuoi per forza attuare, possono essere sogni o fantasie vissute anche durante la masturbazione o mentre fate l’amore.
  • Prenditi cura della tua pelle, una pelle morbida e profumata alimenta il desiderio. Ti consiglio il CupCake: burro di Karitè, olio di argan, burro di cocco e profumo, questi sono i suoi ingredienti che rendono la tua pelle irresistibile per giorni (vedilo Qui).

dominazione

come farlo impazzire con la dominazione

Prendere possesso della situazione, dominare con il corpo, con gli occhi e non con le parole. È tutta questione di atteggiamento, di sguardi intensi, di tocchi che diventano leggeri graffi. La maggior parte degli uomini amano le donne che prendono l’iniziativa anche se spesso desiderano, ad un certo punto, riprendere il loro ruolo da “maschio alfa”. Divertiti a calibrare atteggiamenti forti con atteggiamenti accondiscendenti, come?

  • Praticare sesso orale (di cui ti parlerò anche dopo) può essere sia un atto di dominazione che di sottomissione. Se mentre pratichi una fellatio (volgarmente detto pompino) tieni una mano sulla sua pancia o sul suo petto e lo guardi con sicurezza negli occhi sei dominante, se invece gli fai tenere una mano sulla tua testa sei sottomessa. Ricordati che quello che provi tu è altrettanto importante, quindi ad esempio se quella mano sulla testa ti mette a disagio non permetterlo. Il tuo piacere è importante esattamente quanto il suo.
    Il cambio di ruolo (dominante sottomessa o viceversa) puòinfuocare la situazione e farlodavvero impazzire.
  • La legatura, il più classico atto di dominazione è bloccare la possibilità di muoversi, costringendo all’abbandono. Ti anticipo che non è cosa da tutti, ci deve essere una forte fiducia e, a volte, anche se si ama la persona con cui si sta non si è disposti a tanto.
    Se vedi che il tuo partner è un tipo che si lascia fare o noti che nei giochi si lascia bloccare i polsi dalle tue mani allora vai.
    Ci sono manette molto tatticheche non fanno male e non lasciano segni (in questo kit trovi tutto il necessario per i vostri primi giochi di dominazione soft, comprese queste manette). Puoi legare i polsi per tirare a te, o bloccare in varie posizioni. Una persona legata, ancora meglio se è anche bendata, è inerme e “costretta” a sentire ogni più piccola stimolazione. Qui lascio a te la fantasia per immaginare le mille cose che puoi fare con il tuo partner legato e bendato.

Ci sono zone molto sensibili nelle parti intime del maschio. Di seguito ti do solo qualche spunto, non basterebbero decine di articoli per raccontartele tutte, se l’argomento ti interessa particolarmente ti consiglio di organizzare una riunione o percorso dedicato a questo tema, moooolto interessante.

  • La masturbazione maschile: stimolare il pene dell’uomo è un atto che ti sembrerà banale, invece è focale! Soprattutto farlo bene. Innanzitutto usa il lubrificante(QUI puoi vedere i miei preferiti, naturali, non appiccicano e sono anche gustosi), così la tua mano scivolerà delicata o intensa senza che ci sia alcun attrito. La pelle del pene si muoverà in modo sinuoso, lascia che siano le tue dita e la pressione variabile che puoi dare, ad esprimersi.
    Se vuoi rendere ancora più intensa questa esperienza ti consiglio l’Ovetto (vedi il video tecnico qui sotto), un morbido uovo in elastomero, flessibile e con disegni in rilievo all’interno. Lo apri, metti un po’ di lubrificante all’acqua all’interno, usalo per coprire il glande del pene, afferralo alla base con il pollice e il medio, tiralo fino alla base e poi torna su. Continua su e giù giocando con ritmi e passioni differenti. Questi movimenti creano un intenso effetto risucchio al suo interno mentre le nervature stimolano tutto il pene.
    Ma non solo!
    Devi sapere che la zona più sensibile del pene è il glande, in particolare il frenulo. Quindi puoi usare l’ovetto direttamente per questa parte mettendo l’intera mano sopra muovendolo con movimenti semicircolari i di brevi su e giù…continua a divertirti osservando il piacere nelle espressioni del tuo partner.
    L’ovetto oltre a facilitarti e ad intensificare le sensazioni del tuo partner ti permette di poter fare tante altre cose con la mano libera! Un modo facile per farlo impazzire a letto!
    **solo per il Ottobre 2018 approfitta della promozione “AndiAMO al SODO”, avrai in regalo un ovetto e un lubrificante organizzando una riunione, scrivici per maggiori informazioni**
  • informazioni**
    https://www.youtube.com/embed/gp24rB5K3w4
  • Il sesso Orale: si sa, una delle pratiche più amate dagli uomini. Molte donne non amano praticarlo, secondo me, più perché non si sa bene come fare. Vuoi far impazzire un uomo? Pratica con passione e intensità del buon sesso orale. Non serve che tu faccia performance da porno star, credimi…è molto più semplice e bello di quello che pensi. Questo è un argomento che richiede un articolo ad hoc che farò in futuro, ma intanto mi raccomando: attenzione ai denti che possono graffiare, usa le labbra e la lingua.
    Ti consiglio vivamente un gloss specifico che contiene il principio attivo del peperoncino. Basta metterlo sulle labbra per sentire il pizzicore che può infiammare di piacere l’uomo durante il sesso orale (vedi il gloss a QUI).

Vorrei parlarti in questo articolo di altre zone molto sensibili (come la zona anale) ma richiedono un approfondimento esteso che non mi è possibile perché molto particolare, ma ne parlerò in futuro…promesso!


Come farlo impazzire a letto: qualche input dedicato alla donna

Farlo impazzire a letto qualche input in più dedicato alla donna
  • Rendere speciale il sesso orale fatto da lui guidandolo. Ce la mettono tutta ma gli uomini non hanno una Clitoride e alcuni non sanno proprio trattarla. Fagliela vedere bene, spiegagli come trattarla, i punti che ti piacciono e quanto può “battere” con la lingua. Già la situazione in sé è molto eccitante!
    Potresti anche giocare a fare la maestra e lo studente che se non fa bene bacchetta 😀
  • Il Kamasutra, l’infinita esplorazione delle posizioni! Sopra, sotto, di fianco, a pecorina, sul tavolo, sulle scale, in piedi, seduti, sdraiati…qualsiasi posizione possibile praticatela. Cambiate situazione e divertitevi insieme senza esagerare!
  • Non sei una bambola né un robot quindi muoviti. Abbraccialo con le gambe se ti sta sopra, toccalo, muovi il bacino o la schiena quando la posizione te lo consente. Immagina di fonderti con lui, chiudi gli occhi senti le sensazioni e muoviti come ti viene senza stare a pensare…evita di stare ferma. L’uomo ama sentire che ci sei in tutti i senti, gli da carica (e piacerà molto di più anche a te).
  • MAI MENTIRE nel sesso, evita di fingere l’orgasmo e raccontagli ciò che senti. Ricordati che se fingi lui sarà convinto di fare tutto bene e continuerà a farlo, questo non aiuterà. Sii sincera e se desideri più orgasmi proponi giochi come i vibratori (ce ne sono di molto piccoli che non creeranno stress o competizione nell’uomo, chiedi consiglio alla tua referente). Se non lo fai stimola la Clitoride durante la penetrazione, oltre ad aiutarti a raggiungere l’apice lui impara come fai e si gode uno spettacolo che lo farà letteralmente impazzire.
  • Allena il perineo e impara a muovere i muscoli perineali. Oltre a fare molto bene a te farà impazzire lui perché sentirà i movimenti durante la penetrazione che potrai decidere quando e come fare. Sentire tutta quella vita dentro la tua Vagina e le sensazioni che può dare lo farà andare letteralmente in estasi.
    Nello shop Rosso Limone trovi varie palline per altrettanti obbiettivi. Il pavimento pelvico è uno degli argomenti più richiesti e ampi trattati durante le nostre riunioni o percorsi, organizza e avrai tantissime informazioni e dritte molto interessanti.

Mi sono dilungata, anche se avrei ancora molto da dirti ma voglio chiudere con una cosa non meno importante. Se volete divertirvi a letto divertitevi nel quotidiano, ridete tanto e siate complici, giocate giocate giocate. Un cambiamento nella quotidianità può partire dal sesso, un cambiamento decisamente piacevole.

Masturbazione femminile: perché, a cosa serve, come si fa, fa bene?

Diciamolo subito…La masturbazione femminile (o autoerotismo) è importante.
Innanzitutto cosa significa? La masturbazione femminile è quell’insieme di azioni, movimenti, fantasie e attenzioni che una persona può dare a sé stessa per raggiungere l’orgasmo. Da qui possiamo aprire un mondo intero!
Durante le riunioni Rosso Limone trattiamo il tema della masturbazione femminile in modo delicato, consapevoli della sua importanza e della difficoltà che può scatenare in alcune persone. Qui lo tratterò in modo diretto avendo solo lo spazio di un articolo per parlarne, tengo a diffondere questo tipo di informazioni che fanno gran differenza nella vita delle donne (indirettamente anche nella vita degli uomini).

È un tema ancora tabù, purtroppo, per molte persone è un argomento che provoca imbarazzo, probabilmente per educazione o sensibilità personale ma voglio rassicurarti…è assolutamente normale praticarla e anzi, è un toccasana per il corpo e l’anima.

Limiti alla masturbazione femminile

Nella donna la masturbazione femminile, forse, è un tabù ancora un più forte che per gli uomini. Per quest’ultimi è un fatto di goliardia, ci ridono su. Al tempo stesso penso che anche per loro ci sia dell’imbarazzo, spesso è difficile parlarne in modo costruttivo.
Sono tante le donne che dicono di non praticare la masturbazione, alcune sostengono di non averlo mai fatto…mi auguro vivamente che mentano, sarebbe un vero peccato.

Molte donne hanno, con la Vagina e la Clitoride, un rapporto di amore e odio.
Dentro ogni donna c’è l’istinto di volerle esplorare, sentire, coccolare ma c’è qualcosa che lo impedisce, fino in fondo almeno. Credo sia un fatto educativo, quel “Via la mano da lì!” che dicono mamma e papà, imbarazzati dai leggeri toccamenti, completamente privi di malizia, che una bambina fa a sé stessa con la naturalezza con cui ci si gratta un occhio, lascia un segno. Sembrerà assurdo ma spesso nasce da questo il blocco. Chissà perché quel “Via la mano da lì!” ai bambini maschi non viene detto. Non con lo stesso tono, per lo meno.

Alcune donne affermano “Che schifo!”all’idea di poter infilare un dito all’interno della Vagina anche solo per usare la coppetta mestruale (nel blog trovi un articolo sulla nostra coppetta GEA). Per dire “Che schifo!” credo che non abbiano mai provato, altrimenti si sarebbero rese conto dell’estrema bellezza che racchiude in sé. La Vagina è un organo splendido, accogliente, caldo e morbido. Come si può non amarla?

A cosa serve la masturbazione femminile?

La sua pratica apre un ventaglio importante di possibilità, di seguito te ne elenco alcune:

  • Aumenta l’autostima
  • Aiuta a regolare gli ormoni
  • Mantiene più in salute la vagina e tutto l’apparato genitale
  • È un interessante antidolorifico e un antistress
  • È l’unico modo che hai per conoscerti e capire cosa ti piace
  • Ti permette di mantenere un rapporto positivo e piacevole con il corpo e di accoglierne i cambiamenti continui

Come puoi affermare che qualcosa non è buono se non lo assaggi, tocchi e annusi? Non ti fidare delle chiacchere. Di chi dice che la Vagina è sporca, schifosa e brutta. Forse la loro! Ma la tua no, la tua è splendida.

Ogni donna è completamente diversa dalle altre, quindi non è il caso di affidarsi alle esperienze altrui ma è bene fare esperienza di sé, con libertà mentale, priva di giudizio e nei momenti che in cui si ha voglia.

Il piacere garantisce il rilascio di ormoni, come le endorfine, benèfici per l’equilibrio mentale e fisico. Mette a bada gli effetti del cortisolo, l’ormone dello stress.
Un miglior rapporto con la Vagina e la Clitoride influisce sulla salute generale dell’apparato genitale migliorando anche l’equilibrio degli ormoni.
Il rilascio delle endorfine, oltre a ridurre gli effetti dello stress, dona una bella sensazione di felicità e riduce la sensazione di dolore…un toccasana per i dolori mestruali.
Molte donne praticano la masturbazione come sonnifero, garantendo un sonno sereno. Altre donne hanno notato la riduzione della stipsi (un bel problema per molte donne) grazie alla rilassatezza del perineo dopo l’orgasmo, il pavimento pelvico è un gran bel argomento di cui ti parlerò in seguito.
La capacità di accogliere questo piacere apre a sé stesse una grande autostimacomprensibile solo praticando l’autoerotismo. Migliora la lucentezza della pelle e l’equilibrio psicologico.
Insomma, i benefici sono moltissimi.

La masturbazione femminile è, quindi, normale e soprattutto consigliabile.

Nell’esplorazione potresti conoscere sensazioni nuove, come l’eccitazione.
Molto probabilmente scoprirai come è facile raggiungere l’orgasmo, quello che dicono richieda tanto tempo a noi donne…stereotipi!
Noi donne possiamo eccitarci e raggiungere l’orgasmo in brevissimo tempo…se lo desideriamo.
Non ci sono tempi, ma luoghi, situazioni e ovviamente il tipo di compagnia.

Perchè masturbarsi anche se si ha un partner?

Ovviamente ciò che si può provare da sole è qualcosa di completamente diverso rispetto a quello che si può provare in due, non si può paragonare né per qualità né per sensazioni. Una cosa è certa, praticare la masturbazione permette di capire ciò che piace per poi insegnarlo al partner e/o mettere in pratica ciò che si ha imparato durante il rapporto, cosa che il partner solitamente apprezza molto, per agevolare il nostro meritato orgasmo o orgasmi, visto che possiamo averne più di uno.

A volte si desidera certe sensazioni ma senza il coinvolgimento del partner, è possibile desiderare fare l’amore…ma con sé stesse.

Fa male masturbarsi troppo?

Praticare autoerotismo è un toccasana, questo lo abbiamo detto anche prima.
C’è un limite, come per ogni cosa. Magiare cioccolato dalla mattina alla sera certamente non è salutare, mangiare un quadratino di un cioccolato di qualità fa molto bene, soprattutto all’umore.
Il limite si può individuare nel momento in cui un’azione diventa un’ossessione e si limita la propria vita in funzione di essa. Posso dire che comunque sviluppare una dipendenza da masturbazione è difficile. È molto raro e soprattutto in questo tipo di dipendenza il piacere non è nemmeno più presente.

Tecniche di masturbazione femminile: vediamo degli esempi

Molte sono le persone (uomini e donne) convinte che noi donne per raggiungere l’apice dobbiamo avere una penetrazione, meglio se con un “vai e vieni” interminabile, ebbene no, non per forza.
Con l’autoerotismo si può scoprire facilmente dov’è il centro del piacere femminile. La Clitoride, ah che meraviglia. È lì, nascosta sotto la congiunzione delle piccole labbra pronta a scatenare delle onde di energia incredibili. È sufficiente eccitarla per farla erigere e coccolarla un pochino. Il modo giusto per accarezzarla, o pizzicarla, o “strofinarla” dovrai trovarlo tu. Lo stesso vale per trovare i tempi e velocità giuste. Io ti posso consigliare alcuni semplici metodi nelle immagini qui sotto, ricorda ogni donna e diversa e la fantasia è infinita. Con il gioco si possono trovare altri infiniti modi per giocare con la Vulva.

Ricordati che sei importante e alcune piccole attenzioni possono fare enorme differenza.

Crearsi un’atmosfera, accendersi un incenso (consiglio quelli ai feromoni come QUESTI) e una candela, mettersi un po’ di musica permetterà di lasciar andare i pensieri e di aprire la mente alle fantasie più profonde, quelle indicibili che nella mente POSSONO essere esplorate e vissute senza remore.

NB: il lubrificante all’acqua, di cui ti parlerò dopo, fa grandissima differenza.

I punti più eccitanti masturbazione femminile

Con questa immagine voglio chiarire dove sono i punti più sensibili.

tecnica masturbazione femminile due dita girandola

La tecnica che io chiamo della “Girandola”. Due dita che ruotano attorno alla clitoride agendo con pressione, velocità e verso variabile a tuo completo piacimento.

tecnica stimolazione clitoride con due dita masturbazione femminile

La tecnica che io chiamo della “Forbicetta”. Due dita partono chiuse al di sopra della Clitoride che si aprono mentre scendono delicatamente lungo le Labbra. Anche qui la pressione e la velocità è variabile a tuo completo piacimento.

tecnica stimolazione vulva masturbazione femminile

La tecnica che io chiamo della “Carezza”. Mano chiusa (che ovviamente può aprirsi) che parte al di sopra della Clitoride che accarezza e contiene tutta la Vulva. Come sempre la pressione, la velocità e i movimenti di tutte le dita è variabile a tuo completo piacimento.

tecnica stimolazione clitoride e vagina masturbazione femminile

La tecnica che io chiamo del “Gancio”. Mano aperta che parte con il dito medio (se ti piace anche altre dita) al di sopra della Clitoride che accarezza percorrendo tutta la Vulva. Il dito o più dita vanno in modo naturale a penetrare la Vagina. Lo ripeto: la pressione, la velocità e i movimenti di tutte le dita è variabile a tuo completo piacimento.

tecnica stimolazione clitoride con schiaffetti masturbazione femminile

La tecnica che io chiamo dello “schiaffetto”. Mano chiusa che da leggeri o forti colpetti sulla zona della Clitoride, del monte di Venere o di tutta la Vulva. Lo ripeto nuovamente: la pressione, la velocità, i movimenti di tutte le dita e della mano è variabile a tuo completo piacimento.

tecnica stimolazione clitoride con sex toys masturbazione femminile


Masturbazione Femminile con piccolo sex toy. Per questa immagini ho scelto lo Sqweel (che puoi vedere QUI), un piccolo gioco con una ruota composta da 10 piccole lingue di silicone. L’intenzione è imitare il sesso orale amato da molte donne (non tutte), in realtà come potrai immaginare l’effetto non è esattamente il medesimo (vedi il piccolo video qui sotto). Le linguette girando più o meno vorticosamente e possono stimolare la Clitoride e la Vulva intera in modo decisamente unico. Come per le dita le pressioni e i movimenti che puoi creare tenendo questo piccolo toys sono unici come te. Fai solo ciò che ti piace e apri la fantasia.